01 febbraio 2017, Ascoli Piceno – L'Ordine dei Geologi delle Marche, La Sezione di Geologia dell'Università degli Studi di Camerino e il Consorzio Universitario Piceno, con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno, organizzano “Il terremoto del Centro-Italia del 2016: cosa è successo e cosa potrebbe accadere?”, un incontro tra cittadinanza, esperti e istituzioni a scopo divulgativo e informativo sulle cause geologiche e non, degli episodi sismici e delle calamità naturali che hanno investito il Centro-Italia negli ultimi sei mesi. Il convegno è previsto per sabato 4 febbraio 2017 alle ore 16 presso l'auditorium Casa della Gioventù di Ascoli Piceno, sito in via Abruzzo.

Il programma dell'evento, riportato in dettaglio nella locandina consultabile cliccando qui, si articola in tre fasi: la prima di saluti da parte delle istituzioni e degli organizzatori. Seguirà una parte centrale di interventi: per Unicam - rispettivamente - il prof. Emanuele Tondi, geologo e responsabile sezione Geologia, il prof. Marco Materazzi, idro-geomorfologo e il prof. Massimiliano Fazzini, climatologo, per l'Ordine dei Geologi delle Marche, il dottor Daniele Mercuri, geologo. Concluderà la giornata la tavola rotonda con dibattito, importante momento di confronto tra il pubblico e i relatori: al tavolo è prevista fra gli altri la partecipazione del Vice Presidente della Regione Marche Arch. Anna Casini, il Direttore dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Marche Ing. Cesare Spuri, il Presidente del CIIP (Cicli Integrati Impianti Primari) di Ascoli Piceno Giacinto Alati ed il Presidente dell’Associazione Italiana di Geografia Fisica e Geomorfologia Prof. Gilberto Pambianchi.

L'iniziativa ha l'obiettivo di rendere comprensibili anche ai “non addetti ai lavori” i recenti fenomeni sismici e naturali e di discutere, alla luce dei dati acquisiti, possibili futuri scenari di pericolosità sia in chiave sismica che idro-geomorfologica e il ruolo che il geologo potrà ricoprire nell’imminente fase di ricostruzione post-emergenza.